Cisti nei cani: immagini e suggerimenti utili + rimedi naturali della cisti scebacea del cane

Hai scoperto un nodulo sul tuo cane: dovresti preoccuparti? Leggi la rassegna dei 5 tipi di cisti nei cani non cancerose, e scopri come curarle grazie ai consigli degli esperti.


Cisti nei cani: sono un tumore?

Non è insolito trovare escrescenze e protuberanze di vario genere sul corpicino del tuo amato Fido. Possono comparire cisti nei cani di vario tipo e a qualsiasi età, anche se sono più comuni nei cani anziani. In quanto proprietario di un cane, è utile per te conoscere le diverse tipologie di escrescenze che potresti incontrare. Ricorda che qualsiasi massa o crescita insolita richiede massima attenzione in quanto potrebbe trattarsi di un tumore, per cui la prima cosa da fare è consultare il veterinario. Ma scopriamo ora insieme se la cisti del cane è un tumore, e vediamo tutte le tipologie.


cisti cani

Condividi l’infografica sul tuo sito


Se ti viene comunicato da un medico veterinario che il tuo cane ha una cisti, fai un respiro profondo. “Una cisti è una cisti e un tumore è un tumore”, spiegano i veterinari. “Non sono dunque la stessa cosa”. Le cisti nei cani non sono tumori e si formano quando si forma su una determinata parte del corpo una piccola “fossetta scavata” che si riempie di liquido o altro materiale corporeo, facendo sì che diventi più grande. I tumori, invece, iniziano quando le cellule iniziano a dividersi per motivi sconosciuti.

Ci sono molti tipi di cisti, ognuna con le proprie differenze e cause all’origine. A differenza del cancro, una cisti non si diffonde in altre parti del corpo del cane, tuttavia, può diventare più grande, specialmente se continua a secernere liquido. Mentre le cisti non sono infettive, ogni volta che il cane rompe la pelle fuoriesce il liquido c’è il rischio di sviluppare un’infezione per cui è importante evitare che il nostro amico peloso morda o graffi la cisti.


Ecco 5 tipi di cisti canine non cancerogene:

1. Cisti “vere”
Le cisti vere sono piccole cavità con una fossetta che secerne il fluido. Queste cisti nel cane si trovano spesso nelle ghiandole sudoripare, ma possiamo trovarle in altre zone del corpo. Non si può davvero impedire la loro formazione, ma è possibile rimuovere la ciste se necessario, oppure il veterinario potrà aspirare l’interno della cisti per evitare che si formi di nuovo. Alcune razze di cani sono più inclini alle cisti vere e proprie.

2. Cisti follicolari
Come suggerisce il nome le cisti follicolari, note anche come cisti epidermoidi, si sviluppano intorno ai follicoli piliferi. Questo tipo di ciste nel cane possono portare a infezioni secondarie. Come per le vere cisti, alcuni cani – e alcune razze – sono più inclini a sviluppare queste forme di cisti rispetto ad altre. Si presentano come grandi brufoli o punti neri, chiamati “comedoni“.

3. Cisti sebacee
Anche le cisti sebacee sono associate ai follicoli piliferi, ma con la differenza che si sviluppano nelle ghiandole sebacee della pelle. Come le cisti follicolari, queste sono soggette a infezioni secondarie. Inoltre, il liquido presente all’interno si presenta come una sostanza bianca o cremosa simile al formaggio. Queste cisti nei cani sono le più diffuse e per questo motivo abbiamo dedicato un approfondimento che troverai proseguendo la lettura.
 

4. Cisti dermoidi
Le cisti dermoidi sono congenite e si formano molto prima della nascita. Alcuni cani possono infatti sviluppare cisti dermoidi quando il rivestimento epiteliale non si è chiuso correttamente durante lo stadio embrionale. Per questo motivo questo tipo di cisti si scoprono il tuo pet quando è ormai completamente cresciuto.

5. False cisti
Le false cisti nei cani si sviluppano in seguito ad un infortunio. Queste cisti sono piene di liquido, ma non hanno un “serbatoio” secretorio. Si verificano quando le cellule muoiono e si “sciolgono” all’interno della zona lesionata. Queste cisti, a differenza delle altre, non tendono ad espandersi e aumentare di dimensione.


Cisti del cane vs tumore

Se il tuo cane ha una cisti significa che vi è un tumore?

cisti cane vs tumore
Tumore vs ciste nei cani

Le ghiandole sebacee della pelle si possono sviuppare sotto forma di tumori chiamati adenomi sebacei. Secondo il Dr. Richard Dubielzig dell’Università del Wisconsin, School of Veterinary Medicine, “Generalmente il nodulo di un cane sottoposto a biopsia è un adenoma sebaceo. Ciò non significa che è frequente la fomazione del tumore, ma che nella maggior parte dei casi un nodulo tumorale viene biopsiato.”

Fortunatamente, questo tipo di crescita delle cellule raramente presenta problemi dopo essere stato rimosso chirurgicamente.


Cisti sebacea nel cane: cos’è?

Una cisti sebacea può svilupparsi quando un follicolo pilifero o un poro della pelle viene ostruito da sporco, detriti o tessuto cicatriziale, o semplicemente si tratta del risultato di un’infezione. I nostri animali domestici, come noi, hanno microscopiche ghiandole oleifere che producono sebo. Queste ghiandole sono chiamate ghiandole sebacee. Il sebo è l’olio che mantiene il pelo bello e lucido, ma a volte questo elemento può diventare troppo denso a tal punto da ostruire i pori della pelle e i follicoli piliferi.

Le cisti sebacee nei cani sono fondamentalmente brufoli molto grandi che di solito sono innocui per il tuo amico a quattro zampe. In alcuni casi potrebbero risolversi spontaneamente senza un trattamento, mentre in altri tendono a progredire e ripresentarsi. Tutti i cani possono avere cisti sebacee, siano essi di razza pura o meno (anche se alcuni sono più soggetti). Le cisti appaiono come piccoli ringonfiamenti chiusi di colore più chiaro che si sollevano dalla pelle. Quando vengono toccate sembrano dei piccoli grumi duri e circolari al di sotto la pelle.


cisti sebacea cane - Cisti nei cani: immagini e suggerimenti utili + rimedi naturali della cisti scebacea del cane
Le cisti sebacee del cane si sviluppano nelle ghiandole sebacee della pelle

Alcune razze, in particolare il Cocker Spaniel, sono inclini alla formazione di cisti sebacee e alcune persone possono svilupparne diverse nell’arco della loro vita. Gli studiosi non hanno ancora identificato un motivo alla base della formazione di cisti sebacee nei cani.


Sintomi

Se il vostro cane ha una cisti sebacea, la noterete in quanto si presenta come una specie di bernoccolo sollevato. Se scoppia, fuoriuscirà del liquido di colore bianco grigiastro, brunastro o simile al colore del formaggio. Queste cisti di solito si sviluppano sulla testa, sul collo, sul torso o sulla parte superiore delle gambe.


Come curare la ciste del cane: diagnosi e trattamento


Mentre le cisti sebacee sono benigne ma possono essere difficili da distinguere da altre cisti che potrebbero essere cancerogene e quindi tumorali. Se il veterinario sarà preoccupato per la cisti del tuo cane, può optare per un’aspirazione ad ago sottile per identificarne il contenuto, o anche la rimozione chirurgica e ulteriori diagnosi, come la biopsia. A volte può essere raccomandata una terapia conservativa con antibiotici e farmaci antinfiammatori. In seguito alla rimozione delle cisti si potrebbero verificare un’infezione o un’infiammazione, accompagnate da una quantità significativa di sanguinamento e di secrezioni di pus.


Prevenzione della cisti sebacea nel cane

Prendersi cura della pelle e del mantello può aiutare a ridurre la possibilità di formazione di cisti sebacee nel vostro cane. Assicurati di chiedere al veterinario circa la miglior cura del pelo del tuo animale domestico. Ricorda anche che una pulizia eccessiva e bagnetti troppo frequenti non aiutano il tuo cane nella guarigione da una ciste sebacea!

Se hai domande o preoccupazioni, dovresti sempre contattare e recarti dal veterinario: è lui la migliore risorsa per garantire la salute e il benessere dei tuoi amici a quattro zampe!


cisti sebacea cane

Il modo migliore per prevenire le cisti nel tuo cane è quello di prevenire il più possibile le lesioni e incidenti…e ovviamente di parlare con il veterinario non appena si nota un problema. Una cisti di cani non tumorale non è fatale, quindi il tuo migliore amico non sarà in pericolo di vita a patto che tu te ne prenda cura!

Ci sono comunque alcune cose che si possono fare per ridurre la possibilità che il cane sviluppi cisti sebacee.

  • Igiene e pulizia: tieni il pelo del tuo amico ben spazzolato e pulito per prevenire l’accumulo di sostanze all’interno del follicolo che potrebbero provocare la formazione delle cisti.
  • Dieta ed esercizio fisico: assicurati che il tuo cane stia facendo una dieta sana con abbondanza di Omega-3 e Omega-6 (si trovano nel pesce e nell’olio di girasole, che puoi aggiungere alle crocchette del tuo amico peloso).

[POTREBBE INTERESSARTI]: Integratori per cani anziani, quali servono davvero?


Cisti del cane: come curarle

Quando va bene trattare la cisti di un cane a casa? L’unico caso in cui è possibile optare per rimedi casalinghi è quando il veterinario ha confermato che è solo una cisti benigna e che bisognerà aspettare un po’ di tempo. Chiedi sempre l’opinione di un medico esperto e consultalo sempre prima di provare qualsiasi metodo fai da te.

In alcuni casi, i rimedi domestici sono una buona opzione quando un cane è troppo anziano per essere operato e il veterinario non raccomanda la tradizionale rimozione chirurgica.


Rimedi naturali: impacchi caldi

Se la ciste si è aperta ed è in fase di drenaggio, allora delle garze e impacchi caldi possono aiutarla a drenare e impedirne lo sfregamento. Di seguito come fare:

  • Tagliare i peli intorno alla ciste del cane.
  • Aggiungere un cucchiaio di sapone antibatterico in una tazza di acqua tipida.
  • Immergere una benda sterile nella tazza, strizzarla e poi applicarla sulla ciste per circa 10 minuti, e poi asciugare delicatamente.
  • Ripetere l’operazione 3 volte al giorno per circa 3 giorni, poi due volte al giorno per altri 3 giorni. Il segreto è evitare che la ciste si cicatrizzi, perchè ciò imprigionerebbe i batteri al suo interno.
  • Applica una semplice crema da acne: può aiutare a prevenire ulteriori infezioni.

Si consiglia l’aggiunta di olio di krill o di altra fonte di acidi grassi omega-3.
È inoltre possibile aggiungere l’olio di cocco per aiutare a normalizzare la produzione di sebo.


Olio di ricino

Diversi proprietari di cani hanno avuto successo utilizzando olio di ricino per via topica sulla ciste del cane.

Istruzioni

  • Versa dell’acqua molto calda (non bollente) in una ciotola
  • Immergi alcuni batuffoli di cotone nell’acqua, poi poggiali sulla ciste del cane fino a quando l’acqua contenuta in essi non è completamente raffreddata.
  • Immergi altri batuffoli nell’acqua, quindi applica un po ‘di olio di ricino. Tienili sulla ciste fino a quando non iniziano a raffreddarsi.
  • Ripeti l’operazione almeno 3 volte al giorno per una settimana.

Curcuma

La curcuma è una spezia indiana nota per aiutare a combattere l’infezione, e altre forme di infiammazione.

Aggiungi 1-2 cucchiai di curcuma al cibo del tuo cane e a seconda delle dimensioni. Mescolare con l’olio d’oliva fino ad ottenere una pasta che andrà poi unita alle sue crocchette.

no img lg uk - Cisti nei cani: immagini e suggerimenti utili + rimedi naturali della cisti scebacea del cane ir?t=geekpuppies 21&l=as2&o=29&a=B073D7386G - Cisti nei cani: immagini e suggerimenti utili + rimedi naturali della cisti scebacea del cane

Olio di cocco

L’olio di cocco è recentemente diventato molto popolare tra gli animali domestici. Quando viene applicato per via locale, può aiutare a ridurre le dimensioni delle cisti. Applicalo in modo simile a quanto spiegato sopra. Molti proprietari di cani aggiungono l’olio di cocco al cibo del loro animale proprio per le proprietà benefiche che possiede.

Se ti accorgi della presenza di una cisti sebacea sul cane, non farti prendere dal panico: falla valutare da un veterinario al fine di assicurarti che sia benigna!



Vuoi saperne di più sul mondo pet tec? Scarica la nostra GUIDA!

CISTI CANI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *