Mal di schiena nel cane anziano: sintomi e rimedi naturali – Una guida (2020)

Anche il nostro amico può soffrire di patologie che interessano la colonna vertebrale. Nella maggior parte dei casi, questi disturbi si manifestano con una sintomatologia caratterizzata dal classico “mal di schiena” nel cane.

mal di schiena cane

Colonna vetebrale del cane e problemi connessi

La colonna vetrebrale del cane, come quella di qualsiasi altro mammifero, è una struttura scheletrica formata da singoli elementi ossei cavi, le vertebre, all’interno dei quali decorre il midollo spinale, dal quale si diramano i nervi periferici. Tra una vertebra e l’altra sono situati i dischi intervertebrali, mentre tutta la colonna vertebrale è circondata dai cosiddetti tessuti molli, ossia muscoli e legamenti che hano la funzione di conferirle stabilità e consentire i movimenti.

mal di schiena cane 4 - Mal di schiena nel cane anziano: sintomi e rimedi naturali - Una guida (2020)

Tutti gli organi sopra descritti possono andare incontro a problemi che, nella maggior parte dei casi, si manifestano con una sorta di “mal di schiena” nel cane a causa del quale il tuo amico si muove con difficoltà, talvolta a piccoli passi, fino a presentare, nei casi più gravi, forme paretiche o paralitiche a carico degli arti posteriori. In particolare, il nostro amico cane potrebbe avere difficoltà a salire e scendere i gradini, a saltare su letti, divani e poltrone e tornare a terra dagli stessi. La palpazione della schiena può provocare un dolore molto intenso e suscitare addirittura reazioni aggressive e tentativi di morsicatura.

Mal di schiena e discopatia del cane

Le discopatie nel cane, cioè le affezioni a carico dei dischi intervertebrali, interessano più facilmente gli animali appartenenti a razze di statura non elevata e contraddistinte dallo sviluppo in lunghezza della colonna vertebrale (cane cosiddetto condrodistrofico), come il Bassotto, il Bassethound, il Pechinese) oppure quelli di taglia grande che svolgono un certo esercizio fisico. Le ernie discali, che causano il “mal di schiena” nel cane, si distinguono in estrusioni, cioè fuoriuscita della polpa, e protrusioni, ossia spostamento di tutto il disco. La diagnosi si effettua tramite esame radiografico in bianco e con mezzo di contrasto (mielografia) o, meglio ancora, con la tomografia assiale computerizzata e la risonanza magnetica nucleare. Le parti della colonna vertebrale del cane più comunemente coinvolte sono quelle lombare e sacrale, ma i problemi a carico dei dischi cervicali e toracici non sono infrequenti. Nei casi meno gravi la cura del mal di schiena nel cane può essere di tipo farmacologico mentre nelle situazioni più serie della colonna vertebrale del cane, quasi sempre caratterizzate da paralisi con perdita più o meno marcata della sensibilità dolorifica, è necessario l’intervento del chirurgo veterinario.

colonna vertebrale cane
Per verificare se il problema sia ai dischi si ricorre a
radiografie con mezzo di contrasto o, meglio ancora, alla Tac e alla risonanza magnetica nucleare.

Le forme degenerative del mal di schiena nel cane e la sindrome di Wobbler

Tra le forme degenerative del mal di schiena del cane ricordiamo:

  • l’artrosi canina
  • la sindrome della cauda equina
  • la mielopatia degenerativa.

L’artrosi è tipica dei cani anziani: a differenza delle altre due, quindi, si tratta di un problema prettamente scheletrico e articolare. La cosiddetta cauda equina, invece, comporta nel cane una compressione vertebrale sul midollo spinale e/o sui nervi periferici (primo tra tutti lo sciatico), che a sua volte determina un’infiammazione ad andamento cronicizzante con conseguente mal di schiena nel cane.

mal di schiena cane
Alcune razze hanno una predisposizione allo sviluppo della sindrome di Wobbler: Alano e Dobermann soprattutto.

La mielopatia degenerativa nel cane (caratteristica di certe razze, in primis il Pastore Tedesco) coinvolge il solo midollo spinale e provoca, nei cani anziani di taglia grande, cedimento delle zape posteriori e progressive paresi e paralisi: a differenza delle due precedenti, per la mielopatia non esiste terapia.

Un discorso a parte merita la sindrome di Wobbler nel cane, malattia compressiva a carico della colonna cervicale, che colpisce principalmente Dobermann e Alani. Una malformazione delle vertebre e/o dei legamenti vertebrali schiaccia il tessuto nervoso. L’instabilità della colonna vetrebrale del cane determina dolore a collo e/o difficoltà di movimento: nel primo caso il cane assume con una certa frequenza un’anomala postura del collo e della testa e i muscoli delle spalle appaiono poco sviluppati; nel secondo si muove con un’andatura rigida e tiene spesso il posteriore abbassato. Farmaci e chirurgia sono i rimedi.

Mal di schiena nel cane: cura e terapia

[CORRELATO]: Integratori per cani anziani, tutto su vitamine, probiotici e condroprotettori per la mobilità!

La cura delle patologie della colonna vertebrale e mal di schiena nel cane dipende dalla natura del problema e dalla sua gravità. Nelle forme meno serie il riposo, associato all’impiego di farmaci ad azione antinfiammatoria non steroidea (piuttosto che dei cortisonici) e analgesica, può rivelarsi risolutivo. Al contrario, in caso di compressioni importanti, soprattutto se caratterizzate da danni funzionali rilevanti della colonna vertebrale del cane, è opportuno valutare l’opzione chirurgica.

In particolari situazioni, specie nelle forme degenerative del mal di schiena nel cane ad andamento cronicizzante, non bisogna dimenticare il ruolo benefico degli antinfiammatori naturali e dei condroprotettori. Anche la fisioterapia, in particolare il lavoro in acqua e il nuoto, così come la medicina non tradizionale (la serterapia, agopuntura, mesoterapia, omotossicologia e omeopatia) sono in grado di ottenere effetti benefici sui pazienti maggiormente ricettivi a questo genere di soluzioni. Anche in questo caso, un’alimentazione corretta è d’obbligo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *