Zecche nel cane: cosa fare? Sintomi e rimedi – GUIDA (2020)

Le pulci e zecche nel cane, sono due dei più comuni parassiti che possono minacciare la salute dei nostri amici cani (e gatti). Troppo spesso, infatti, non si attribuisce la giusta importanza a questi “ospiti” indesiderati che, invece, presentano un problema da non sottovalutare.

zecche cane

Dobbiamo innanzitutto ricordare che le pulci e le zecche nel cane sono responsabili di numerose patologie, dirette e indirette. Entrambi i parassiti sottraggono il sangue a cani e gatti, potendo in certi casi causare forme di anemia, di particolare rilievo nei cani giovani, anziani o già malati. I loro morsi determinano prurito e lesioni cutanee di diverso genere, di conseguenza il cane e il gatto possono grattarsi in modo eccessivo, fino a procurarsi vere e proprie ferite. Senza contare che le sostanze contenute nella saliva dei parassiti possono scatenare reazioni allergiche particolarmente rilevanti. Ma non è finita, perché nell’organismo dei parassiti possono essere ospitati microrganismi che, una volta inoculati nel corpo di cani e gatti, provocano a loro volta malattie di non trascurabile importanza.

pulci e zecche nel cane
Zecche nel cane: questi “vampiri” si fissano alla pelle del nostro animale per succhiarne il sangue.

Occorre considerare come i mutamenti climatici che stanno interessando il nostro Pianeta in questi ultimi anni e l’uniformità delle temperature degli appartamenti in cui viviamo, favorite dagli impianti di climatizzazione e di riscaldamento che funzionano durante tutto il corso dell’anno, rendano pulci e zecche nel cane meglio attrezzate a sopravvivere in contesti che fino a qualche anno fa sarebbero stati proibitivi. Questa condizione può facilmente portare alla diffusione domestica dei parassiti, in quanto ormai cani e gatti sono abituati a usare poltrone, divani, letti e tappeti di casa: la convivenza, dunque, diventa anche una condivisione di spazi ed elementi di arredo. Pulci e zecche non chiedono nulla di meglio di un luogo caldo e riparato nel quale riprodursi e prosperare in santa pace anche durante la stagione invernale: il tuo cane! E poiché si tratta di animaletti dotati di scarsa specie/specificità, ovvero che si nutrono tranquillamente del sangue di cani, gatti e altri animali indifferentemente, possono approfittare anche della nostra presenza per attaccarci trasmetterci diverse malattie.

Zecche nel cane: sintomi, periodo e malattie

Le zecche sono parassiti a otto zampe che hanno una bocca così sviluppata da riuscire a perforare la pelle del tuo cane e nutrirsi del suo sangue. A seconda del tipo di segno, possono essere di diversi colori, tra cui: grigio, marrone, nero, marrone rossastro o giallo. Le zecche nel cane si nutrono di sangue per sopravvivere e produrre uova. Le uova si sviluppano in larve, crescendo ulteriormente in ninfe e infine diventano zecche adulte.

zecche cane

Le larve delle zecche di solito hanno le dimensioni di un granello di sabbia, le ninfe hanno all’incirca le dimensioni di un seme di sesamo e le zecche adulte non nutrite possono essere piccole come un seme di mela. Le zecche adulte hanno una forma ovale prima di nutrirsi di sangue, ma dopo aver attaccato il tuo cane, possono aumentare di dimensioni. Le femmine nutrite saranno rotonde e possono essere grandi come un acino d’uva.

Come riconoscere le zecche nel cane?

zecche cane
Controlla il corpo e il pelo del tuo cane quando torni da una passeggiata. 
Anche spazzolare la pelliccia aiuterà contro le zecche.

Le zecche sono abbastanza grandi da essere individuate. Passa le mani sul corpo del tuo cane quando torni da una passeggiata per verificare la presenza di grumi o protuberanze. Un segno da puntura di zecca appare come una piccolissima escoriazione sulla pelle del tuo animale domestico.

Le zecche tendono ad attaccarsi alle aree intorno alla testa, al collo, all’orecchio e alle zampe di un cane. Questi animaletti variano di dimensioni tra 1 mm e 1 cm di lunghezza, a seconda della loro età. Sembrano piccoli ragni con un corpo bianco a forma di uovo che diventa più grande e più scuro quando si riempie di sangue.

Le zecche portano malattie? Malattia di Lyme babesiosi

Le zecche nel cane trasmettono microbi che causano malattie, come la malattia di Lyme e la babesiosi (o piroplasmosi). Quindi è importante rimuoverle il più rapidamente possibile: una rimozione rapida riduce il rischio di contrarre malattie e infezioni. 

La malattia di Lyme è una grave infezione batterica. Se il tuo cane ha la malattia di Lyme, potresti notare che diventa mogio, stanco e con menoappetito. Altri sintomi includono febbre, zoppia, articolazioni gonfie e dolorose e linfonodi ingrossati. Se pensi che il tuo animale abbia la malattia di Lyme, contatta il veterinario. Può eseguire test e iniziare il trattamento con antibiotici.

La babesiosi è estremamente rara in Italia (solo due casi identificati), ma è bene conoscerla se ti devi recare in un paese straniero. Questa malattia può essere diffusa da punture di zecche attaccate al cane e il periodo di incubazione è di circa due settimane, ma in alcuni animali domestici non viene diagnosticata per mesi o anni dopo la trasmissione. Se il tuo cane soffre di babesiosi, potresti notare letargia, gengive pallide, addome gonfio e febbre. Potrebbe anche perdere l’appetito e la pelle assumere una colorazione giallastra.  Se noti uno di questi sintomi dopo aver portato il tuo cane in un’area infestata da zecche, contatta il veterinario.

Se vivi in ​​un’area soggetta a zecche, è una buona idea utilizzare un trattamento per le zecche in modo da tenerle lontane o ucciderle se provano ad attaccarsi al tuo cane. Sono disponibili tanti trattamenti (compresse e collari) ed è meglio consultare il veterinario su quale sia il più adatto al proprio animale domestico. Leggi attentamente le istruzioni poiché alcuni trattamenti sono solo per cani e possono essere molto pericolosi per i gatti e persino ucciderli. 

La rimozione di una zecca dal tuo cane può essere complicata, poiché devi stare attento a non schiacciare il corpo della zecca o lasciare che la sua testa rimanga bloccata all’interno del tuo cane. Schiacciare il corpo di una zecca nel cane, infatti, può far espellere il suo sangue all’interno del suo corpo, aumentando il rischio di infezione. 

I negozi di animali vendono pratici dispositivi di rimozione delle zecche per rendere il processo più facile. Chiedi consiglio al tuo veterinario.

Le zecche muoiono in inverno?

No. Le zecche sopravvivono all’inverno in vari modi, e non andranno via solo perché fa freddo. A seconda della specie – e della fase del loro ciclo di vita – le zecche nel cane sopravvivono all’inverno dormendo o aggrappandosi a un ospite. Le zecche si nascondono nella lettiera di foglie presente nelle aree boschive che tendono a popolare. Quando la neve cade, isola solamente le zecche dormienti, che sono protette dallo strato di detriti. 

Prevenzione e rimedi per zecche e pulci nel tuo cane

È importante trattare prima le pulci e le zecche presenti nel tuo cane. Le pulci sono fastidiose, testarde e determinate a tornare. Semplici azioni da parte tua possono aiutarti a sbarazzarti delle pulci sul tuo cane e ridurre il rischio di reinfestazione:

  • Tratta il tuo cane con un trattamento anti pulci orale ad azione rapida: le pulci morte sono più facili da tirare via.
  • Utilizzare un pettine fitto per zecche e pidocchi: puoi immergere il pettine in una miscela di acqua e sapone per piatti ed uccidere così le pulci rimanenti sul pettine.
  • Fai il bagno al tuo cucciolo o cane con uno shampoo per pulci appositamente formulato.
  • Tratta il tuo cane con uno spray anti pulci.
  • Continua a ispezionare e pettinare settimanalmente il pelo del tuo cane

Zecche e pulci nel cane: come prevenire?

È utile sottolineare come la ricerca scientifica e quella farmacologica siano recentemente approdate alla sintesi di una famiglia di antiparassitari di nuova generazione. Si tratta delle isossazoline, che comprendono principi attivi per uso orale destinati al cane e al gatto quali fluralaner, afoxolaner e sarolaner, tutti recentemente disponibili sul mercato italiano. Queste molecole presentano molti vantaggi, per esempio la semplicità di somministrazione: sono, infatti, disponibili sia in formabti tavolette appetibili sia di spot on.

Inoltre, queste molecole garantiscono una protezione di lunga durata: il fluralaner, per esempio, possiede una durata d’azione di 12 settimane.

Grazie a questi prodotti il veterinario può, quindi, garantirci una protezione duratura ed efficace contro le pulci e le zecche nel cane, al fine di difendere da questi fastidiosi ospiti non solo i nostri amici a quattro zampe, ma anche noi e le case in cui viviamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *